[+++Anticipazione+++]. Dalla sommità della torre sud il colpo d’occhio è da vertigine. Solo da lassù si può cogliere. la grande bellezza del Golden Gate Bridge, una fettuccina rossa di cemento, tubi d’acciaio e tiranti che attraversa il Golden Gate, lo stretto tra la baia di San Francisco e l’Oceano Pacifico. Un miracolo Art Déco dell’ingegneria americana e polo d’attrazione per i visitatori di tutto il mondo. Lo chiamano anche il ‘ponte dei suicidi’ per il macabro rituale che, ogni anno, compiono centinaia di persone disperate, gettandosi da una delle due torri. Per quanto cinico quel nomignolo ha un senso: a oltre duecentocinquanta metri dal livello del mare è impossibile sopravvivergli. Ma il vecchio Falco ce l’avrebbe fatta e in suo onore sarebbero accorse centinaia di migliaia di persone a rendergli omaggio. Quella di Falco è una storia semplice come il titolo del film che avrebbe dovuto intitolarsi Il ponte di San Francisco, semplice, appunto, come il soggetto partorito dalla mente di Carlo Alberto Alfieri. È la storia dell’amicizia tra Falco, uno stuntman cinematografico ormai al tramonto, e una ragazza sulla sedia a rotelle. L’uomo vorrebbe trovare i soldi per permettere all’amica un’operazione chirurgica e darle così la speranza di tornare camminare. È così che Falco decide di buttarsi in caduta libera dalla torre sud del Golden Gate con tuffo finale nella baia, cedendo l’esclusiva dell’evento a un network televisivo. L’impresa è rischiosa. Si teme per la sua vita. Ma Falco vincerà la sfida mentre la ragazza, grazie ai diritti incassati, potrà operarsi e infine camminare. Il Ponte di S. Francisco raccontava la storia di Falco e Falco era Klaus Kinski (sopra in uno scatto del 27 maggio 1987, durante un sopralluogo al Golden Gate per la realizzazione del film – mai terminato – prodotto da Augusto Caminito).©

Tratto da: Klaus Kinski – Del Paganini e dei capricci (Ed. Il Foglio), nelle librerie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...