L’OPERA AL NERO

«Immagino un albo fatto di tavole mute; campi totali, piani sequenza, dettagli, prospettive e punti di fuga come in un film di Sorrentino. Un festival delle linee e della socio-cibernetica che celebri la definitiva scomparsa dell’elemento umano dalla società-mondo. Con Morgan Lost, al termine del suo viaggio nella notte, davanti a un mare di colpa mentre tutto intorno la città – aliena e inattingibile – funziona meravigliosamente. Nell’ora dell’Apocalisse».

blanque

Cattura10

11796274